I 12 MODI DI ESERCITARSI di WYNTON MARSALIS, dalla musica ai compiti (pubblicato su “The Education Digest”settembre 1996)

Da ragazzo, crescendo a New Orleans, mi ricordo mio padre Ellis, pianista, ed i suoi amici parlare di "sheddin". Quando si trovavano assieme, dicevano: "Hey, tu hai bisogno di andare a fare shed" oppure "Ho fatto shedding duramente".


A circa 11 anni ho capito che “shedding” significava andare nella legnaia, andare a fare la legna – esercitarsi. All’età di 16 anni ho capito cosa fosse esattamente lo "shed" - lavoro duro, concentrato. Quando io e mio fratello Branford abbiamo fatto l’audizione per la banda della scuola superiore, l’insegnante, che conosceva mio padre, era eccitato all’idea dei figli di Ellis che entravano in banda. Però la mia audizione fu così disastrosa che disse: "Sei sicuro di essere figlio di Ellis?". Al momento il suo commento non mi preoccupò più di tanto dato che ero più interessato al basket che alla banda. Negli anni seguenti però incominciai ad esercitarmi seriamente.


L’esercizio è essenziale per imparare la musica – e qualsiasi altra cosa. Mi piace ripetere che il tempo speso esercitandosi è il vero segno della virtù di un musicista. Quando vi esercitate, significa che siete disposti a sacrificarvi per suonare bene. Sebbene l’esercizio sia così importante, i ragazzi trovano difficile applicarsi perché ci sono troppe distrazioni. Perciò li incoraggio sempre ad applicarsi e gli spiego come fare.


Ho sviluppato quelli che chiamo "I 12 modi di Wynton per esercitarsi". Essi funzionano praticamente per ogni attività – dalla musica, ai compiti, allo sport.


1 - Ricercare l’insegnamento: trovate un insegnante esperto che sappia cosa dovete fare. Un buon insegnante vi aiuterà a capire lo scopo dell’esercizio e può insegnarvi metodi per rendere la pratica più facile e produttiva.


2 - Scrivere un programma: un programma vi aiuta ad organizzare il tempo. Assicuratevi di dedicare del tempo a rivedere i fondamentali perché sono la base di tutte le cose complicate che verranno dopo. Se vi esercitate a pallacanestro, per esempio, assicuratevi di dedicare del tempo alla pratica dei tiri liberi.


3 - Fissare degli obbiettivi: come un programma, l’obbiettivo vi aiuta a pianificare il vostro tempo e tracciare i vostri progressi. Gli obbiettivi fungono da sfide: qualcosa per cui impegnarsi in un determinato periodo di tempo. Se un determinato compito si rivela troppo arduo abbassate i vostri obbiettivi: la pratica non deve essere dolorosa per ottenere dei risultati.


4 - Concentratevi: potete fare di più in dieci minuti di pratica focalizzata che in un’ora di sospiri e mugugni. Questo significa nessun videogioco, televisione, radio, solo sedersi e lavorare. Iniziate concentrandovi per alcuni minuti alla volta ed incrementate il tempo un po’ alla volta. Anche sforzi concentrati richiedo pratica, specialmente per i giovani.


5 - Rilassatevi ed esercitatevi lentamente: prendete tempo; non affrettatevi nelle cose. Quando vi impegnate ad imparare qualcosa di nuovo – esercitarsi nelle scale, le tabelline, i verbi spagnoli – avete bisogno di iniziare lentamente e poi aumentare la velocità.


6 - Esercitati di più sulle cose difficili: non abbiate paura di confrontarvi con le vostre inadeguatezze, spendete più tempo per le cose che non sapete fare. Adattate il vostro programma per riflettere i vostri punti di forza e debolezze. Non perdete troppo tempo facendo quello che vi viene facile. Delle esercitazioni proficue comportano il confronto con le proprie mancanze. Non scoraggiatevi. Ci arriverete prima o poi.


7 - Esercitatevi con espressione: ogni giorno andate in giro per realizzarvi, fate quindi ogni cosa con la giusta attitudine. Mettete tutto voi stessi e cercate di fare del vostro meglio, non importa quanto insignificante possa sembrare il compito. Esprimete il vostro stile nel come fare quello che fate.


8 - Imparate dagli sbagli: nessuno è perfetto, ma non siate troppo severi con voi stessi. Se fate uno strike out alla fine della partita, non è la fine del mondo. Rialzatevi, analizzate cosa è andato storto e proseguite. Molte persone lavorano in gruppo o parte di una squadra. Se vi focalizzate sui vostri contributi allo sforzo totale i vostri sbagli personali non sembreranno così gravi.


9 - Non fate gli esibizionisti: è difficile resistere alla tentazione di esibirsi quando sai fare qualcosa bene. Alle superiori avevo imparato una tecnica di respirazione che mi permetteva di suonare un solo di tromba per 10 minuti senza fermarmi per respirare. Ma mio padre mi disse "Figliolo, chi suona per gli applausi, è tutto quello che riceverà". Quando vi scopriranno a fare trucchetti, avrete solo imbrogliato voi stessi ed il vostro pubblico.


10 - Pensa con la tua testa: il tuo successo o sconfitta in qualsiasi cosa dipende, alla fine, dalla tua capacità di risolvere dei problemi; non diventare un robot. Pensa a Dick Fosbury che ha inventato il salto omonimo. Tutti saltavano l’asta di fronte. Poi Fosbury è arrivato saltando da dietro perché riusciva a saltare più alto in quella maniera. Pensare con la propria testa aiuta a sviluppare la vostra capacità di giudizio. A volte potrete giudicare in modo sbagliato e pagarne le conseguenze; ma quando giudicherete giusto ne raccoglierete i frutti.


11 - Siate ottimisti: come vi sentite in relazione al mondo esprime chi siete. Quando siete ottimisti, le cose sono meravigliose o lo diventeranno. L’ottimismo aiuta a superare gli errori e proseguire per migliorare. Vi darà anche resistenza perché avendo un approccio positivo vi farà sempre vedere qualcosa di buono all’orizzonte.


12 - Cercate dei collegamenti: non importa cosa facciate, troverete che l’esercitarsi si collega a tutto il resto. Richiede esercizio imparare una lingua, cucinare dei buoni piatti o rapportarsi bene con le persone. Se svilupperete la disciplina necessaria per diventare bravi in qualcosa, quella disciplina vi aiuterà in qualsiasi altra cosa intraprenderete.


Capire questo tipo di connessione è importante. Più scoprirete le relazioni tra cose che a prima vista sembrano differenti, più grande diventerà il vostro mondo. In altre parole la legnaia può aprire un intero mondo di possibilità.